Giunge a Firenze nel 1843 e frequenta l'Accademia di Belle Arti dove è allievo di Servolini, di Gazzarini e infine di Giuseppe Bezzuoli.

Seiten