Ettore Tito

Tito
Nascita: 
Castellammare di Stabia, 1859
Morte: 
Venezia, 1941
Riceve i primi insegnamenti a Napoli dal pittore vedutista olandese Van Haanen, e stabilitosi successivamente a Venezia, frequenta l'Accademia di Belle Arti come allievo di Pompeo Molmenti.
L'esordio è di tono favrettiano, con scelta di motivi di genere legati alla vita popolare veneziana.
Ben maggior peso ebbero in lui e nel suo gusto altri elementi culturali veneziani, cinquecenteschi e soprattutto settecenteschi che lo orientarono verso un decorativismo quasi neobarocco.
Esordisce nel 1887 con il dipinto "La pescheria vecchia" che suscita notevole interesse e che viene acquistato dalla Galleria Nazionale d'Arte Moderna di Roma.
A questo si succedono altri dipinti con soggetto di genere fino a "Sulla laguna", con cui vince il primo premio alla Biennale di Venezia nel 1897 e a cui seguirono una serie di riconoscimenti, fra cui la medaglia d'oro a Monaco e a Vienna.
I titoli delle sue tele - ispirate sempre a Venezia, il cui ambiente pittorico egli predilige - rivelano la tendenza di Tito verso un'arte basata su un realismo impressionistico, reso però attraverso una pittura dai tratti semplici e forti senza ricorrere a preziosismi così caratteristici nelle opere veneziane del tempo.
Dal 1902 al 1911 Tito trascorre un periodo di fervida maturità artistica, realizzando numerosi ritratti e dedicandosi anche alla rappresentazione di scene mitologiche profondamente immerse nella natura, con spiagge marine e ombrose vallate popolate da centauri e ninfe come dimostrano alcuni dipinti, fra i quali "Le bagnanti" delle Raccolte Frugone.
Nelle pitture a soggetto mitologico è facile distinguere la tendenza sempre più accentuata per la decorazione, che si concreta nella realizzazione degli affreschi per la Villa Berlinghieri a Roma e per la chiesa degli Scalzi a Venezia.
Nel 1919 la Galleria Pesaro di Milano allestisce la sua prima personale che decreta il suo completo successo, ribadito nel 1922 dalla mostra individuale organizzata alla Biennale di Venezia.