5 maggio 1915 - 5 maggio 2015. 100 anni del Museo

Il 5 maggio 2015 ricorre il primo centenario del “Museo del Risorgimento” di Genova; il primo istituto di conservazione ed esposizione dedicato alla storia del Risorgimento nazionale venne, infatti, inaugurato il 5 maggio 1915, lo stesso giorno in cui allo scoglio di Quarto veniva pronunciato lo storico discorso di Gabriele d’Annunzio davanti al Monumento ai Mille, realizzato da Eugenio Baroni.
Dal 1934 il Museo del Risorgimento ha sede nella casa natale di Giuseppe Mazzini in via Lomellini, dove con archivio e biblioteca specializzata costituisce l’ Istituto Mazziniano. Da allora il patrimonio storico-documentario dell’istituto si è notevolmente incrementato, fino a coprire un arco temporale che va dal 1746 alla Liberazione.
Nel 2005, in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Mazzini, grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, è stato inaugurato il nuovo allestimento museale, arricchito con postazioni multimediali, che consentono un approfondimento di particolari temi, con aula didattica e sala conferenze.
Da allora il percorso espositivo è stato parzialmente rinnovato, in occasione del bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, del 150° anniversario della Spedizione dei Mille, del 150° anniversario dell’Unità. Nel giugno 2014 il percorso è stato ampliato con nuova sezione dedicata a documentare la Grande Guerra, che ha inizio proprio dalla sala dedicata al Monumento dei Mille, nella quale viene ripercorsa la storia del monumento e della sua inaugurazione, raccontata attraverso le testimonianze artistiche e documentarie presenti nelle raccolte dell’istituto Mazziniano, tra le quali il bozzetto in gesso del monumento di Eugenio Baroni, il celebre dipinto di Plinio Nomellini e il documento originale manoscritto di Gabriele d’Annunzio recante l’”Orazione per la Sagra dei Mille”, pronunciata il 5 maggio 1915.
  • Il Museo nel 1915
  • Il Museo nel 1915