Iscriviti alla newsletter

Follow us

Corpi. Personale di Mario Rocca

opera di Mario Rocca 
“CORPI” personale di Mario Rocca
dal 6 marzo al 30 marzo 2019
Museoteatro della Commenda 2° piano
martedì 5 marzo ore 17.30 inaugurazione ad ingresso libero
 
 
Dal 6 al 30 marzo il Museoteatro della Commenda ospita la mostra “CORPI” personale di Mario Rocca, curata da Luciano Caprile e Claudio Castellini. Trenta pitture dell’artista chiavarese, affermato pittore, incisore e scenografo, sul tema della figura umana. Corpi dagli anni Settanta ad oggi  in perenne enigmatica trasformazione e dissolvenza spaziale. Una continua aggregazione di forme che si sciolgono e si rinnovano in un dinamico dissolvimento.

All’inaugurazione prevista martedì 5 marzo alle ore 17.30, insieme all’artista e ai curatori, parteciperà Nicoletta Viziano Presidente Mu.MA. Mostra accompagnata da catalogo, con contributo della scrittrice Valeria Corciolani, organizzata da ConTemporary Gallery, in collaborazione con Mu.MA, Associazione Promotori Musei del Mare e della Navigazione e Cooperativa Solidarietà e Lavoro.

Mario Rocca riesce a formulare il fluire dei sentimenti e delle emozioni con determinata consapevolezza attraverso il movimento e la trasformazione dei corpi. Da vedere “Folla”, un dipinto del 2018, che rappresenta dei corpi in continua, frantumata lotta con se stessi e col mondo alla conquista di un’agognata liberazione che coinvolge anche il pensiero. E il coevo dipinto  “Figure 2” si propone come l’allegoria di una fuga liberatoria che scioglie diagonalmente la superficie al di là dei limiti decretati dalla tela.
Per il critico d’arte Luciano Caprile, “l’arte di Mario Rocca coinvolge ed emoziona poiché rappresenta uno specchio critico di ricorrenti travagli esistenziali. Nell’ultimo decennio il suo gesto si è ulteriormente dilatato nello spazio conquistando una lievità narrativa che gli permette di stemperare e di sciogliere le forme fino a toccare transitorie pulsioni informali che conquistano inattese trasparenze suscitate dall’inconscio che guida la mano nell’anticipare la sorpresa di una più tarda consapevolezza e stupefazione”.

Mario Rocca ha scelto di esporre i suoi lavori al Museoteatro della Commenda di Prè perché questo complesso dalla storia quasi millenaria ha accolto tanti pellegrini diretti in Terrasanta alla ricerca della comunione del loro corpo con lo spirito, quella travagliata comunione di corpo e di spirito che traspare oggi, tra queste mura, dalle sue opere.
Il Museoteatro della Commenda di Prè di Genova, fa parte dell'antico complesso dell'Ospitale della Commenda, segnalato nelle guide internazionali, è costituito da un museo e  due pregevoli chiese   sovrapposte. Fu costruito nel 1180 come luogo di assistenza a pellegrini e crociati che si recavano o tornavano dalla Terrasanta. E’ stato scelto come sede  del Museo dell’Emigrazione italiana.
 
Biografia
Nasce a Chiavari nel 1951, dove vive e lavora.  Formatosi all’Istituto Statale d’Arte di Chiavari sotto la guida di Vittorio Ugolini, manifesta già nelle prime prove del 1970 un deciso temperamento espressivo tra astrazione e figurazione proponendo tracce di figure in uno spazio dove le forme e il gesto si compenetrano in una vicendevole tensione formale e psicologica. A quella pittorica ha affiancato una intensa attività incisoria e, a partire dal 2001, si è dedicato anche alla scenografia. Sono numerose le sue esposizioni in spazi pubblici e privati nel nostro Paese.
In particolare hanno scritto su di lui: Felice Ballero, Germano Beringheli, Elena Bono, Gianfranco Bruno, Alberto Bruzzone, Luciano Caprile, Ugo Carrega, Claudio Castellini, Viana Conti, Miriam Cristaldi, Adriana Dentone, Mario Dentone, Margherita Faustini, Alessandro Fogarollo, Sandro Frera, Leo Lionni, Nalda Mura, Paola Pastorelli, Sandro Ricaldone, Sandro Sardella, Franco Sborgi, Riccardo Zelatore.
Mostre
Dal 1969 ha esposto in varie mostre personali e collettive tra quali e in molte altre attività artistiche e culturali: a Chiavari, Genova, Odessa (URSS), Castello Veneziano, Iraklion (Creta), Atene (Grecia), Albisola Marina, Huelva (Spagna), Ferrara, Milano. Dal 2001 collabora in qualità di scenografo con l’Associazione Culturale “Lirica Club” di Varese Ligure per la quale allestisce le scenografie di Opere Liriche.
 
Luciano Caprile
Luciano Caprile è nato nel 1941 a Genova. Ha scritto d’arte contemporanea su importanti riviste e frequentato artisti di fama internazionale. Ha curato numerose esposizioni in spazi pubblici e in gallerie private italiane e straniere.
 
Claudio Castellini
Chiavarese classe 1977, nel 2015 crea ConTemporary Gallery, società che si occupa di servizi legati al mondo dell’arte. Dal 2018 è membro del Direttivo dell’Archivio Rocco Borella con il ruolo di responsabile organizzativo sul territorio e Presidente dell’Associazione Tecnica Mista.
 
 
Mu.MA - Museoteatro della Commenda di Prè 
piazza della Commenda, Genova
Orari:
martedì a venerdì, 10-17
sabato, domenica e festivi, 10-19
lunedì chiuso
biglietteria tel. 010 5573681
 
ConTemporary Gallery
servizi per l’Arte di Claudio Castellini
cell. +39 3288521951
info@ctgallery.it
 
 
Mu.MA – Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni
Assistente di Presidenza  - Comunicazione
Marina Mannucci
tel. 010 2512435, cell. 339 7150439
mmannucci@muma.genova.it
www.muma.genova.it