Itinerario Romantico - teatrale

Il complesso Pallavicini è molto articolato. Sulla via Pallavicini, tra le due palazzine gemelle, si trovano l'ingresso e la biglietteria. Un viale di lecci lungo circa 400 metri porta a giardini formali e al piazzale sul quale si erge il palazzo già Grimaldi, ristrutturato in chiave neoclassica contemporaneamente alla costruzione del parco. Al di sotto di questo livello si sviluppa l'Orto Botanico impiantato nel '700 dalla marchesa Clelia Durazzo. A monte del palazzo si sviluppa il parco progettato da Michele Canzio.


OPERE D'ARTE E D'ARCHITETTURA
Il parco è punteggiato da architetture e arredi in stile neoclassico, neogotico, esotico e rustico.
Il tempio di Flora, il Coffee House, l'Arco di Trionfo, il Ponte Romano e il Tempio di Diana rappresentano eleganti manufatti neoclassici in cui forme architettoniche, decorazioni in stucco e dipinte, statuaria in marmo e mosaici testimoniano l'abilità progettuale di Michele Canzio e le capacità degli artisti che ivi hanno operato per anni.
Il Castello e il Mausoleo del Capitano, la Cappella di Maria e la Tribuna Gotica esprimono un "neogotico romantico" estremamente attento al fatto decorativo inteso come potenzialità scenografica e rievocativa. Il Castello e il Mausoleo del Capitano evidenziano superfici realizzate a finti mattoni e a finta pietra con effetti plastici tridimensionali, ricchi di dettagli e di un "verismo" stupefacente. Gli episodi esotici si condensano nelle forme dell'Obelisco Egizio, del Chiosco Turco e della Pagoda Cinese, elementi tipici dei giardini della tradizione del pittoresco settecento qui proposti in chiave appassionata e romantica, sfavillanti di cromie intense che dialogano elegantemente con le tonalità verdi della vegetazione.
Tra gli autori di questi sfarzi artistici, accanto a Michele Canzio, si ricordino Gian Battista Cevasco autore delle varie sculture in marmo, Gerolamo Centanaro autore degli apparati in stucco, i fratelli Mora autori degli splendidi pavimenti a mosaico. Le decorazioni in ornato sono di Canzio mentre le figure sono del suo allievo Danielli.
  • Interno del Tempio di Flora (©SACS fotografia)
  • Il Castello del Capitano (©SACS fotografia)
  • La Pagoda cinese (©SACS fotografia)
  • Il Mausoleo del Capitano (©SACS fotografia)
  • Il Tempio di Diana (©SACS fotografia)