L’area del Mesoamerica

Questo termine definisce la vasta area compresa tra il Messico a nord e il Guatemala, il Belize, l’Honduras, il Nicaragua e la Costa Rica a sud ed è caratterizzato da una serie di tratti comuni alle civiltà precolombiane che vi fiorirono, tra cui l’uso di un bastone da scavo nei lavori agricoli e la coltivazione di determinati cultigeni quali mais, zucca, fagioli, pepe, cacao, chia (salvia hispanica) e maguey, un’agave da cui si ricavava il pulque, una bevanda inebriante e le cui fibre erano utilizzate per fare una sorta di carta per i codici.
La sfera sociale e religiosa era caratterizzata da una stratificazione le cui classi superiori erano formate da militari e sacerdoti, da guerre periodiche, dal carattere rituale e destinate alla cattura dei prigionieri da sacrificare, dall’uccisione rituale, l’autosacrificio e il sacrificio umano, che serviva a nutrire gli dei e scongiurare la fine del mondo, oltre che da un articolato pantheon, una scienza astronomica molto sviluppata e un complesso calendario. La cronologia delle civiltà mesoamericane è suddivisa in tre fasi, precedute da un lungo periodo formativo (3000 - 1500 a. C.):
una fase preclassica (1500 a.C.- I sec. d.C.) in cui sono presenti culture agricole in villaggi di capanne e le prime piramidi in terra battuta;
una fase classica ( - IX sec. d.C.) in cui sorgono le prime città, si riscontra un aumento demografico, inizia una differenziazione delle culture locali e una divisione di classi sociali (élite sacerdotali e guerriere, classi medie di artigiani e mercanti e infine contadini).
Nella fase classica fioriscono vari “orizzonti culturali”, civiltà che sono in grado di influenzare culturalmente zone non direttamente occupate: la civiltà di Teotihuacán; la civiltà dell’Oaxaca (Monte Albán, Zapotechi), la civiltà veracruzana del Tajín e la civiltà Maya.
Infine la terza fase, la fase postclassica (X sec. d.C. - Conquista spagnola), è caratterizzata da guerre, invasioni e migrazioni da parte di popolazioni provenienti dal nord dedite alla caccia e alla raccolta, divenute sedentarie e dedite all’agricoltura dando in seguito luogo alle civiltà dei Toltechi, dei Mixtechi e degli Aztechi.