Santa Teresa in gloria

Santa Teresa in gloria
Bernardo Strozzi detto il Cappuccino (Genova, 1581/1582 - Venezia, 1644)
Dipinto
Olio su tela, cm. 345 x 210
Nelle collezioni proveniente dalla Chiesa di S. Teresa all’Acquaverde
Genova, Musei di Strada Nuova - Palazzo Bianco, inv. PB49
Prestiti: 
La grande Santa Teresa in gloria è opera di Bernardo Strozzi e fu eseguita per l’altar maggiore di una chiesa genovese dedicata alla santa, oggi non più esistente. Teresa d’Avila, nell’abito nero delle carmelitane scalze, campeggia al centro del dipinto con gli occhi rivolti al cielo, mentre dall’alto piove una luce dorata che squarcia le nere nubi che le fanno corona. Il trionfo di angeli reca gli attributi che accompagnano la santa nella sua gloria. Il libro aperto fa riferimento alla sua attività di scrittrice e all’essere stata proclamata, insieme a poche altre donne, Dottore della Chiesa. Il dardo simboleggia la freccia che le ferisce il cuore, in cui è impresso il nome di Gesù, poiché si definiva Teresa di Gesù. Nel ‘600 si moltiplicano le immagini pittoriche e scultoree della mistica, riformatrice spagnola dell’ordine carmelitano, in seguito alla sua canonizzazione, avvenuta nel 1622. Va da sé che l’opera non poté essere eseguita prima di questa data. Si tratta, quindi, di una delle ultime tele realizzate nella sua città dal pittore e frate cappuccino, prima di rifugiarsi a Venezia nel 1633. Era una delle rare opere dell’artista visibili in luogo pubblico. Dopo la soppressione, il monastero divenne nel 1817 sede del Collegio Reale di Marina e il dipinto vi rimase fino al 1875