Sepoltura neolitica

Sepoltura neolitica
Grotta della Pollera (SV)
Situato nella sala: 
Raccolta: La Grotta Pollera. Il Neolitico (V-II millennio a.C.)
Prestiti: 
Nella vetrina n. 2 è esposta la sepoltura, all’interno di lastroni di pietra, di un giovane uomo di circa 18/20 anni. Lo scheletro nella Vetrina n. 1 invece, unisce parti relative a due individui differenti: i resti ossei di un ragazzo di 11 o 12 anni e il cranio di un bimbo di uno o due anni che due aree di marcata porosità indicano come affetto da una grave forma di anemia, una delle tante malattie che si diffondono in questo periodo, come le carie e la tubercolosi ossea.
In generale gli individui del Neolitico sono di statura bassa e struttura longilinea. Gli uomini sono più robusti delle donne e spesso sui loro scheletri sono rimaste le tracce di una forte muscolatura e piccole lesioni dovute all’intensa attività fisica di disboscare e coltivare i campi.