Il Parco e la Villa

Anticamente adibita a coltivazioni di agrumi, ulivi e ortaggi con una residenza suburbana, tutta la proprietà, acquistata dalla Famiglia Fassio nel 1958, fu affidata al segno progettuale dell’architetto Luigi Carlo Daneri (1900-1972)che la trasformò radicalmente in una vila residenziale altoborghese di raffinata qualità con foresteria, scuderie, palestra, piscina, accesso alla scogliera e scalo per motoscafo.
Lo splendido scenario ambientale dei parchi, affacciati sulla scogliera, esaltata da una panoramica passeggiata, ospita, oltre alle Raccolte Frugone, altri tre musei con collezioni di arte antica e moderna: la Galleria d’Arte Moderna riaperta al pubblico nel 2004, il Museo Giannettino Luxoro e il Museo Wolfsoniana inaugurato nel 2005.
L’eccezionale incontro di arte e natura sarà ulteriormente valorizzato da un progetto di riqualificazione turistica e commerciale dell’antico borgo marinaro di Nervi, già nell’Ottocento famosa stazione climatica e meta turistica.
Nella settecentesca villa Grimaldi Fassio, acquistata nel 1979 dal Comune di Genova, unitamente al parco che la circonda, sono ospitate dal 1993 le collezioni donate dai fratelli Luigi e Lazzaro Gio Batta Frugone.
La struttura interna della villa è stata mantenuta pressoché intatta con una specifica attenzione per i materiali di rivestimento; il deposito è visibile su richiesta e l’archivio informatizzato di tutte le opere è a disposizione dei visitatori e il catalogo generale delle collezioni è a disposizione del pubblico.
Il museo offre uno spazio attrezzato a nursery e organizza laboratori in collaborazione con i Servizi Educativi e Didattici del Settore Musei del Comune.
Dal 1979 una parte del parco di Villa Grimaldi Fassio venne trasformata in uno splendido roseto che, diventato ben presto celebre a livello internazionale per un concorso relativo alle rose rifiorenti, è stato di recente restaurato, intitolato al suo ideatore, Luigi Viacava, e riaperto al pubblico il 17 aprile 2012 in tutta la sua bellezza.