Il Parco e la Villa

Anticamente adibita a coltivazioni di agrumi, ulivi e ortaggi con una residenza suburbana, tutta la proprietà, acquistata dalla Famiglia Fassio nel 1958 dalla famiglia Croce, fu affidata al segno progettuale dell’architetto Luigi Carlo Daneri (1900-1972) che la trasformò radicalmente in una villa residenziale altoborghese di raffinata qualità con foresteria, scuderie, palestra, piscina, accesso alla scogliera e scalo per motoscafo.
Lo splendido scenario ambientale dei parchi, affacciati sulla scogliera, esaltata dalla panoramica passeggiata "Anita Garibaldi", ospita, oltre alle Raccolte Frugone, altri tre musei con collezioni di arte antica e moderna: la Galleria d’Arte Moderna riaperta al pubblico nel 2004, il Museo Giannettino Luxoro e il Museo Wolfsoniana inaugurato nel 2005.
Nervi, antico borgo marinaro e già nell’Ottocento famosa stazione climatica e meta turistica, offre dunque oggi un eccezionale incontro di arte e natura.
Nella settecentesca villa Grimaldi Fassio, acquistata nel 1979 dal Comune di Genova, unitamente al parco che la circonda, sono ospitate dal 1993 le collezioni donate dai fratelli Luigi e Lazzaro Gio Batta Frugone.


La struttura interna della villa è stata mantenuta pressoché intatta con una specifica attenzione per i materiali di rivestimento.

Il museo organizza laboratori in collaborazione con i Servizi Educativi e Didattici del Settore Musei del Comune.

Dal 1979 una parte del parco di Villa Grimaldi Fassio venne trasformata in uno splendido roseto che, diventato ben presto celebre a livello internazionale per un concorso relativo alle rose rifiorenti, è stato poi restaurato, intitolato al suo ideatore, Luigi Viacava, e riaperto al pubblico il 17 aprile 2012 in tutta la sua bellezza.