Smalti cinesi

Smalti cinesi

Clicca qui per visualizzare l'immagine

Torna al Focus:
Autore/ Manifattura/ Epoca:

Cina, tardo periodo Ming, XVI secolo

Tecnica e misure:

Metallo e paste vitree, smalti cloisonné su lega a base di rame, altezza 18,3 cm e 11,5 cm

Collocazione:

Galleria II, vetrina 14 (n. inv. Sm-78, Sm-77)

Provenienza:

Collezione Edoardo Chiossone, lascito testamentario, 1898

Tipologia:

Vasi

Piccolo vaso suantougping con loti stilizzati, crisantemi e fogliette e piccolo vaso meiping con loti stilizzati, fogliette e volute.
Lo smalto cloisonné è il più diffuso tra gli smalti policromi orientali. La tecnica cloisonné consiste nell’eseguire sul fondo il disegno con sottili cordoli in metallo, formando degli alveoli che vengono riempiti di silicati colorati.
In Cina, durante i periodi Ming (1368 - 1644) e Qing (1644 - 1912), gli atelier controllati dalla casa imperiale crearono opere in smalto di elevatissima qualità tecnica e artistica, tanto che gli smalti cloisonné sono ritenuti tipici prodotti delle arti decorative cinesi.