Il museo

Il nucleo costitutivo del museo risale al 1866, quando fu donata alla città di Genova la collezione di antichità del Principe Odone di Savoia, cui si aggiunse dopo pochi anni, anche parte delle collezioni Varni e Perrando.

Nel 1892, in occasione delle celebrazioni colombiane venne organizzata a Genova, a  Palazzo Bianco, la Mostra di Arte Antica che comprendeva le collezioni archeologiche del Comune che restarono in quella sede anche successivamente: è del 1908 il primo catalogo del Museo Civico di Storia e Arte e del Museo di Paletnologia.

Dopo le acquisizioni di diverse collezioni preistoriche, nel 1926 il Museo fu trasferito a Villetta di Negro e nel 1932 il Museo divenne centro delle ricerche archeologiche regionali dell’epoca.

Nel 1928 venne donata  al Comune di Genova la nuova sede a Villa Pallavicini dove il museo si trova ancora oggi dal 1936.