"Trionfo di virtù" - Ricami occidentali e orientali delle Raccolte genovesi

Musei di Strada Nuova

Indirizzo:

Musei di Strada Nuova - Palazzo Bianco - Via Garibaldi,11

 

 

 

Protagonista della mostra è il ricamo, tecnica antichissima, spesso praticata dalle donne in ambito domestico, ma anche oggetto, nei secoli passati, del lavoro di artigiani specializzati, riuniti in un’apposita associazione di mestiere che a Genova era denominata Arte dei Ricamatori.
 
Prendendo spunto da uno dei più interessanti libri di modelli cinquecenteschi destinati ai ricamatori, intitolato appunto Trionfo di virtù, il percorso nelle sale di Palazzo Bianco si snoda attraverso vari tipi di soggetti, tecniche e materiali usati per il ricamo in Occidente e in Oriente, dalla seta ai filati metallici, e presentando un’ampia gamma di manufatti di altissimo livello che comprendono capi d’abbigliamento, arredi domestici e liturgici, dipinti, incisioni, e disegni.
Filo conduttore dell’esposizione sono i soggetti dei ricami, un meraviglioso mondo di immagini che si snodano attraverso i secoli, legando in un ininterrotto dialogo epoche, culture e civiltà diverse. Fiori, animali, figure mitologiche o allegoriche, complessi motivi geometrici e astratti: un repertorio ricchissimo che racconta la storia dell’arte e del gusto, attraverso tessuti e materiali preziosi lavorati dalle mani di artefici di insuperabile maestria.
 
Numerose e assai varie sono le opere degne di interesse che i visitatori potranno ammirare: si va dai fazzoletti da preghiera afghani, del popolo Hazara, al bellissimo Gonfalone della città di Genova, presentato all’Esposizione Universale di Parigi dell’anno 1900, dal sontuoso paliotto rinascimentale con ricami in seta e oro, al tripudio di fiori barocchi che impreziosiscono i parati liturgici del primo Settecento, usciti per l’occasione dalle sacrestie di alcune importanti chiese genovesi.
Spicca anche una serie di preziosi ricami a riporto del XVI e XVII secolo della Collezione Tessile di Palazzo Reale e alcuni quadri a ricamo dell’artista Marianna Elmo, attiva nel XVIII secolo.
 
Un itinerario tra Oriente e Occidente ma anche tra passato e presente. Infatti la mostra ospita alcuni ricami contemporanei: un’opera dell’artista Simon Clavière-Schiele ricamata da un altro giovanissimo artista francese, specialista di ricamo, Theophile Faure, e, al termine del percorso, un eccezionale abito di gala, creato da un giovane stilista genovese, Francesco Bogetti, suggestionato dal fascino senza tempo dei fiori barocchi ricamati.
 
Inaugurate in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, prendono il via, tutti i Mercoledì, alle ore 15 e alle 17, le visite accompagnate alla mostra "Trionfo di virtù" - Ricami occidentali e orientali delle Raccolte genovesi, a cura dell’Area Educativa della Cooperativa Solidarietà e Lavoro scs-onlus.
 
Proseguono inoltre, ma con un nuovo orario (alle 14 e alle 16, su prenotazione) gli approfondimenti tematici alla mostra "Il re denaro. Le monete raccontano Genova tra arte, lusso e parsimonia”, un percorso attraverso le loro collezioni al fine di indagare il gusto e gli orientamenti della committenza nobile genovese tra '500 e '700, sempre a cura di Solidarietà e Lavoro, con l'obiettivo di indagare le scelte della committenza aristocratica che spesso si concretizzavano nella creazione di grandi quadrerie volte a dare lustro alle abitazioni private e ad elevare lo status del committente ed esplicitare lo stretto legame tra aristocrazia, arte, ricchezza e celebrazione.
 
INFO
Le visite, rivolte agli adulti, sono solo su prenotazione e riservate a muniti di Green Pass.
Costo di partecipazione: 5€ cad., speciale promozione €7,00 per chi parteciperà ad entrambe.
Tel.: +39 0102759185
 
 
INIZIATIVE COLLATERALI
 
"Intorno al ricamo. Appuntamenti per riscoprire un’arte millenaria".
Visite guidate a tema con approfondimenti multimediali e tattili a margine della mostra “Trionfo di virtù”.
I Musei di Strada Nuova propongono nei mesi di ottobre e novembre una serie di quattro incontri dedicati al tema del ricamo e riservati a gruppi di max 12 persone, che si svolgeranno al secondo piano di Palazzo Bianco, negli spazi delle Collezioni Tessili.
Si partirà dall’esame di alcune opere presentate nella mostra “Trionfo di virtù”, per poi proseguire con la proiezione di immagini e il confronto anche con altri pezzi delle Collezioni Tessili connessi al tema trattato e presentati per l’occasione. L’arte del ricamo diviene protagonista di un tour tra le sale del museo, in cui sarà possibile dialogare con specialisti, avere un contatto diretto con opere inedite e ammirare i capolavori di musei lontani.
 
4 novembre, ore 15.30
"Materiali e tecniche. La scoperta di un mondo senza confini"
Gabriella Campanella
 
11 novembre, ore 15.30
"Ricamatori e pittori. Un viaggio tra capolavori".
Loredana Pessa
 
18 novembre, ore 15.30
"Il ricamo a  Genova"
Marzia Cataldi Gallo
 
25 novembre, ore 15.30
"Da Baghdad a Istanbul: ricami del mondo islamico"
Loredana Pessa
 
Informazioni: 010 2759185
 

 

Appuntamenti
Erbario sentimentale: ricamare per raccontare e creare relazioni
Dal 09.11.2021 (Tutto il giorno) al 23.11.2021 (Tutto il giorno)
Musei di Strada Nuova - Palazzo Bianco

Erbario sentimentale: ricamare per raccontare e creare relazioni Workshop a cura di Barbara Barbantini Musei di Strada Nuova, Palazzo Bianco 9, 16, 23 novembre 2021, ore 15.00
Il ricamo per Barbara Barbantini, textile Artist e docente dell’Accademia Ligustica, è una forma espressiva privilegiata che, decontestualizzando gli antichi lavori manuali femminili, diviene media artistico e rappresenta un legame profondo con la sua tradizione familiare. Prendendo spunto dalla poesia e dall’erbario realizzato da Emily Dickinson come mezzo per esprimere i propri sentimenti, Barbara propone di realizzare, nel corso del workshop una raccolta di fiori, foglie e parole attraverso il ricamo e il riutilizzo di materiali antichi finalizzato al racconto di sé. In questo modo il lavoro comune delle ricamatrici diviene un percorso per esplorare le potenzialità narrative e relazionali del ricamo. Il workshop si articola in tre incontri pomeridiani, ospitati da una sala del secondo piano di Palazzo Bianco. I manufatti prodotti dalle partecipanti al workshop, una volta completati, verranno presentati ai visitatori della mostra attualmente in corso, “Trionfo di virtù”, che potranno anche ammirare negli spazi dedicati alle Collezioni Tessili, una piccola esposizione effimera di Barbara Barbantini, “I Fiori di Emily”. Partecipanti al Workshop: max 10 persone I partecipanti devono essere muniti di Greenpass Prenotazione obbligatoria: biglietteriabookshop@comune.genova.it Informazioni. 010 2759185 Costo: 5 € per ciascun appuntamento I materiali per il workshop verranno forniti gratuitamente ai partecipanti