Storia del DocSAI

Biblioteca di Storia dell’Arte, Collezione Topografica e Cartografica, Archivio Fotografico del Comune di Genova. Tre istituti a disposizione di chiunque desideri conoscere, approfondire, studiare Genova, la sua storia, i monumenti, la società, gli avvenimenti del passato. Fotografie, carte, progetti, vedute, volumi antichi e recenti. Un enorme patrimonio documentario da esplorare...
Il Centro di Documentazione per la Storia, l’Arte, l’Immagine di Genova, Centro DocSAI, nasce nel 2005 riunendo in un edificio le raccolte civiche che maggiormente sono in grado di fornire le fonti per indagare quel  luogo di memoria storica stratificata che è la città di Genova e il suo territorio. Nuova è stata l’idea di integrare questi materiali in un unico Centro, per consentire una fruizione più razionale, migliorando la qualità dell’assistenza e rendendo più agevoli analisi e comparazione fra le varie fonti. 
La collocazione all’interno del complesso museale di Strada Nuova è coerente con la nascita di almeno due strutture del Centro DocSAI: la Biblioteca di Storia dell’Arte, era stata pensata da Orlando Grosso proprio per supportare dal punto di vista dell’approfondimento bibliografico le collezioni museali  e, ugualmente, la Raccolta Topografica altro non è che una sezione tematica delle collezioni civiche, il cui primo nucleo era esposto a Palazzo Bianco in una sala dell’allestimento del Museo nel 1908. La raccolta fotografica contiene, infine, una enorme mole di documentazione del patrimonio culturale genovese fino agli anni ’60.
 

Centro Docsai

Esterno - Vicolo con stendardo

Esterno  - Vicolo con stendardo

Centro Docsai

Esterno - Vicolo con stendardo

Esterno  - Vicolo con stendardo