Necropoli Epigravettiana dalla Caverna delle Arene Candide

Necropoli Epigravettiana dalla Caverna delle Arene Candide

Clicca qui per visualizzare l'immagine

Vai al focus:
Autore/ Manifattura/ Epoca:

Paleolitico

Tecnica e misure:

Ossa umane e animali, conchiglie, ocra e altri minerali, manufatti in pietra di epoche diverse e ciottoli

Collocazione:

Primo piano

Provenienza:

Caverna delle Arene Candide, Finale Ligure, Savona, Scavi Bernabò Brea - Cardini 1940-1942

Tipologia:

Reperto; Sepoltura

 

Una ventina di uomini, bambini, donne e giovani, di cui cinque esposti nel grande salone al primo piano del museo, compongono un antichissimo “cimitero” paleolitico che risale a 12-11.000 anni fa.

In due fasi diverse, separate da alcuni secoli, a questi individui sono stati dedicati particolari rituali di sepoltura e sono stati deposti da soli, affiancati o sovrapposti. I corredi raccontano il loro mondo: ciottoli, minerali coloranti, bracciali e cavigliere di conchiglie, macinelli, resti di animali.

Sono cacciatori–raccoglitori vissuti in Liguria al termine dell’era glaciale che scelgono la Caverna delle Arene Candide come area rituale di seppellimento: hanno un fisico robusto, praticano la caccia usando armi da lancio e percorrono lunghe distanze sui terreni montuosi della Liguria. La varietà di resti animali presente in queste sepolture è straordinaria: alce, cervo, ricci, castori, pesci, uccelli e numerosi scoiattoli come si può vedere nella sepoltura singola di bambino dove sono presenti le vertebre delle code.