Complesso Monumentale della Lanterna

Il Complesso monumentale della Lanterna di Genova fa parte del Mu.MA - Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni insieme al Galata Museo del Mare, al Museo Navale di Pegli e alla Commenda di Prè che ospiterà il futuro Museo dell'Emigrazione Italiana.  

La Lanterna di Genova è il monumento simbolo della città, il faro più alto del Mediterraneo, secondo in Europa.

Nei secoli è stata torre di segnalazioni e di guardia armata, palcoscenico di funamboli e prigione. La sua forma attuale risale al 1543 quando fu ricostruita dopo la distruzione del vecchio faro avvenuta nel 1514. Nel 1626 alla Lanterna fu posta la prima pietra di quella cinta muraria lunga circa 20 km, conclusa nel 1639, divenendo così la cinta muraria più lunga d’Europa e seconda nel mondo, per lunghezza, solo alla Muraglia Cinese.

Lo scoglio su cui sorge è alto 40 metri, la torre 77 metri, la sua sommità si trova quindi a 117 metri sul livello del mare. La sua ottica rotante proietta luce sino a 57 km di distanza.
Gli scalini da salire per arrivare alla prima terrazza (l’unica visitabile) sono 172.

 

Le 10 meraviglie

La visita al complesso monumentale della Lanterna inizia dalla passeggiata che conduce all’antico faro, affacciata sul Porto di Genova.

Si prosegue nel museo open air del parco, che si snoda adiacente alle fortificazioni seicentesche e la Porta Nuova della Lanterna, l’antico portale occidentale di accesso a Genova.

Alla base del faro, all’interno delle antiche fortificazioni si trova il Museo della Lanterna, che è in fase di aggiornamento: nelle prime sale, si racconta la storia della Lanterna. Le ultime sale, dette dei “Cannoni”, ospitano fari e fanali.

All’uscita del museo si prosegue verso il faro, all’interno del quale i visitatori hanno la possibilità di salire 172 gradini fino alla prima terrazza panoramica per ammirare una vista affascinante e inedita a 360 gradi sulla città e sul porto.