Telemaco Signorini "Vegetazione ligure a Riomaggiore"

Telemaco Signorini "Vegetazione ligure a Riomaggiore"

Clicca qui per visualizzare l'immagine

Vai al focus:
Autore/ Manifattura/ Epoca:

Telemaco Signorini (Firenze, 1835 - 1901)

Tecnica e misure:

Olio su tela, 58 x 90 cm

Collocazione:

Primo piano, Sala del Paesaggio (n. inv. GAM 1577)

Provenienza:

Legato di Luigi Frugone, 1953

Tipologia:

Dipinto

 

Pittore, critico e polemista, Signorini, figlio di un ottimo pittore vedutista fiorentino, fu tra i grandi animatori del gruppo dei Macchiaioli, riunito a Firenze al caffè Michelangelo che, a partire dal 1855, aveva intrapreso una rivoluzione in campo pittorico contro la cultura accademica.

Il suo entusiasmo sperimentale lo portano a viaggiare a Venezia e poi in Liguria, nel Levante, dove ritornerà anche negli anni maturi, attratto dall’intensità della luce estiva riflessa e amplificata dal mare.

Questo luminoso  paesaggio, esposto alla Biennale di Venezia nel 1897, per molto tempo erroneamente identificato come un Paesaggio allElba, testimonia la frequente presenza del pittore nella riviera ligure, con soggiorni estivi alle Cinque Terre tra il 1892 e il 1899.

La composizione del quadro è costruita su una diagonale a partire dal muretto a secco, in primo piano nell’angolo inferiore destro, che delimita un frondoso albero di fico, da cui, attraverso una successione di piani degradanti, si arriva fino all’angolo superiore opposto, aperto sullo scorcio del mare e del cielo. La pennellata, in primo piano più sfatta “a macchia” fino a definirsi nello scalare verso l’orizzonte, ed il colore esaltano la luminosità e la solarità di questo suggestivo contesto ambientale.