Le collezioni Numismatiche del comune di Genova

Queste raccolte si sono costituite a seguito di importanti lasciti che datano a partire dal secolo XIX, quando erano conservate presso la Biblioteca dell’Università. Dal 1893 il Comune ha avuto in deposito le raccolte e le ha incrementate con ulteriori acquisizioni nel corso del XX secolo.

Il percorso espositivo è arricchito con tele, busti, marmi e altri oggetti per facilitare la comprensione delle monete in un contesto più completo ed è stato incentrato prevalentemente su tre nuclei rilevanti: le monete antiche, le monete genovesi e liguri e le medaglie, presentando i pezzi più significativi in vetrine di nuova concezione (indicate nel testo con le lettere da A a D) che permettono la contemporanea visione del recto e del verso della moneta e la possibilità di una lettura ingrandita.
Il cuore del percorso è senz’altro quello della monetazione genovese. È possibile ripercorrere mille anni di storia della città lungo il filo conduttore dei soldi e ammirare le monete che hanno reso possibile e consolidato il potere commerciale della Repubblica nel Mediterraneo durante il  Medioevo, hanno accompagnato il travagliato passaggio alla repubblica aristocratica, hanno visto la nascita e l’espansione del primo mercato finanziario europeo e hanno segnato il declino e la fine dell’indipendenza cittadina agli inizi dell’800.